stella Inattivostella Inattivostella Inattivostella Inattivostella Inattivo
 

L'immunizzazione dei non vaccinati aumenta del 13% dopo l'obbligo del passaporto covid nel settore alberghiero

(https://www.informacion.es/alicante/2021/11/26/sube-13-inmunizacion-vacunados-exigencia-60024102.html)

5,357 persone hanno preso la prima dose questa settimana, rispetto alle 4,749 che l'hanno fatta la settimana precedente - Gli esperti chiedono al Consell maggiori misure per fermare i contagi

Punto di vaccinazione nel centro commerciale Plaza Mar 2 ad Alicante. | PILAR CORTES

Punto di vaccinazione nel centro commerciale Plaza Mar 2 ad Alicante. | PILAR CORTES

400,000 persone non sono ancora state vaccinate contro il covid nella Comunità Valenciana. A loro è rivolto il nuovo provvedimento, che dalla prossima settimana sarà obbligo nella Comunità Valenciana, di presentare il passaporto covid per entrare in bar e ristoranti. Questa nuova misura non è ancora entrata in vigore e i suoi effetti sembrano iniziare a permeare quel sacco di persone non vaccinate. Ed è che il numero di persone nella Comunità Valenciana che hanno messo la prima dose è in aumento da quando Puig ha annunciato l'entrata in vigore del passaporto covid per accedere al settore dell'ospitalità. Pertanto, 5,347 persone sono state vaccinate per la prima volta nell'ultima settimana, rispetto alle 4,749 della settimana precedente, che rappresentano un aumento del 13%. Nella prima settimana di novembre sono stati immunizzati 4,696.

Il maggior numero di persone non vaccinate è in la fascia di età dai 30 ai 39 anni, dove solo il 77% della popolazione è stata vaccinata , che contrasta con quasi il 90% delle persone immunizzate di età superiore ai 12 anni. Seguono ventenni, con l'80% vaccinato. Per cercare di proteggere tutti dalla malattia e ottenere così una buona immunità di gregge, la sanità ha intrapreso diverse azioni, tra cui lo spostamento dei punti di vaccinazione mobili in eventi di massa e centri commerciali. Proprio in concomitanza con il Black Friday, oggi sarà operativo due di questi dispositivi nel centro commerciale Carrefour de Finestrat - dalle ore 16 alle ore 20.30:2 - e Plaza Mar 10 ad Alicante, dalle ore 20 alle ore XNUMX .

L'ultimo provvedimento per cercare di aumentare le vaccinazioni è stato quello di attuare, a partire dalla prossima settimana, l'obbligo di presentare il passaporto covid per accedere a bar, ristoranti, pub e discoteche.

E mentre il Consell si affida al passaporto covid quasi come l'unica opzione per cercare di fermare la sesta ondata della pandemia , gli esperti di epidemiologia e sanità pubblica consultati da questo giornale ritengono che saranno necessarie più misure per evitare e un aumento significativo dei casi.

"Sarebbe bene iniziare a mettere misure per evitare la folla negli spazi chiusi, torniamo al limite della capienza, se vogliamo passare un Natale più o meno tranquillo ", afferma Juan Francisco Navarro, presidente della Società valenciana di medicina preventiva. Insieme a questa media, fai un assorbimento attivo di non vaccinati. In questo senso, Navarro propone di assegnare gli attuali tracker per chiamare le persone che non sono state vaccinate per cercare di convincere loro sulla base di interviste personali.Questo professionista ritiene che in questo modo sarebbe possibile convincere la metà dei 400,000 non vaccinati.

Il presidente della Generalitat, Ximo Puig, ha più volte ribadito che non ci saranno restrizioni nelle prossime settimane oltre il passaporto covid . Tuttavia, per l'esperto di salute pubblica, José Tuells, sarà inevitabile ricorrere a nuove limitazioni se l'incidenza del virus continuerà ad aumentare.

Rafforzare le misure per l'uso di maschere e ventilazione negli ambienti chiusi è essenziale, secondo Félix Gutiérrez, professore all'UMH, per il quale chiede l'intensificazione degli sforzi di sorveglianza e collaborazione da parte degli imprenditori. "Il passaporto covid può incoraggiare i non vaccinati a essere incoraggiati, ma a breve termine non è una misura efficace di per sé".

Per l'epidemiologo José María López Lozano, impiantare il passaporto covid solo nelle strutture alberghiere e ricreative con una capienza di 50 persone è molto limitato . "Dovrebbe essere esteso a più aree, perché è follia che chi non si è voluto vaccinare metta a rischio il resto ."

Il supporto di Barcala per l'utilizzo del certificato covid

Il sindaco di Alicante, Luis Barcala, ha mostrato il suo sostegno all'uso obbligatorio del passaporto covid per accedere a bar, ristoranti e luoghi di intrattenimento. Per Barcala, "chi si rifiuta di proteggere se stesso e gli altri non può avere la stessa normalità di chi di noi rispetta tutte le misure . Il sindaco ritiene che questa misura "sia ragionevole, insieme alla distanza e all'uso della mascherina, perché bisogna tornare alla normalità il prima possibile". Ricorda che i paesi vicini sono confinati, motivo per cui chiama "essere ragionevoli".

Fissalo

Carta

  • Informazioni di base
  • (€). 0
    (€). 1,000,000
  • Indirizzo
  •  
  • Dettagli
  • -
    -
  • Altro
  •   In evidenza
  • Ordinamento
  •   Ricerca avanzata